martedì 26 aprile 2016

Le piante come insetticidi naturali



Molte piante sono sgradite agli insetti e possono quindi essere usate nelle nostre case o nel giardino come degli insetticidi naturali per allontanare gli insetti fastidiosi. Molte di queste sono anche ornamentali, oppure possono essere usate in cucina per insaporire i piatti. La loro coltivazione è generalmente molto facile e possono essere poste in un vaso sul davazale o all’interno della casa. 
Vediamo le principali.

Basilico: ottima come pianta aromatica da usare in cucina, il suo profumo è sgradito a mosche e zanzare.


Catambra: è tra le più famose ed efficaci piante antizanzara. Facile da coltivare, è una pianta brevettata, proprio per la sua efficacia come repellente nei confronti delle zanzare


Citronella: ottima anche per l’uso in erboristeria, può essere coltivata anche in un vaso e aiuta a tenere lontani questi insetti fastidiosi.


Eucalipto: è un albero che può diventare maestoso, quindi è necessario un ampio giardino per poterlo coltvare. Disponibile anche come olio essenziale antizanzare.


Geranio: molto comune come fiore ornamentale su balconi e terrazzi, il suo odore è sgradito alle zanzare


Lavanda: pianta officinale dal profumo intenso e penetrante, oltre all’uso erboristico, può aiutarci a sopportare le serate estive allontanando questi fastidiosi insetti.


Menta: perfetta per bevande dissetanti, coltivata in un vaso sul balcone contribuisce ad allontanare le zanzare.


Calendula: oltre ad essere un bellissimo fiore è anche un ottimo antizanzare


Coriandolo: gli oli essenziali ricavati dal coriandolo hanno dimostrato un’ottima attivita repellente per allontanare le zanzare.