martedì 26 aprile 2016

Le zanzare



Le zanzare sono degli insetti molto fastidiosi e conosciuti da tutti, che ci impediscono di dormire nelle serate estive. Vediamo quindi le principali caratteristiche di questi insetti e come combatterli con gli insetticidi naturali.

Le zanzare appartengono all’ordine dei ditteri e alla famiglia Culicide. In questa famiglia sono presenti circa 2500 specie, di cui 65 presenti in Italia. L’apparato boccale è di tipo pungente succhiante, ma sono soltanto le femmine a succhiare il sangue, in quanto hanno bisogno di proteine per far maturare le uova. I maschi invece, non pungono e si nutrono di nettare e sostanze zuccherine.
Le femmine depongono le uova in acqua, dove si sviluppano le larve, che si trasformeranno in pupe e queste in adulti. Da qui l’importanza di non lasciare acqua stagnante in contenitori o sottovasi per evitare di fornire a questi insetti un ambiente ideale per riprodursi.


insetticidi-naturali











Oltre a disturbarci con le loro punture, le zanzare sono responsabili della trasmissione di molte malattie, gravi in particolare nei paesi in via di sviluppo. Tra queste ricordiamo il virus della febbre gialla e il plasmodio della malaria.
Vi sono 3 principali generi di zanzare che vivono in Italia.

Anopheles: famose per poter trasmettere la malaria, che in Italia è stata debellata negli anni ’50, pungono prevalentemente di sera e di notte, sia in casa che all’aperto. Depongono le uova in acque chiare, pulite e ricche di ossigeno.

Culex: depongono le uova sia in acque pulite che in acque torbide e stagnanti, purchè non salmastre. Le femmine vivono al di fuori delle case, ma vi entrano di notte per nutrirsi. La specie più famosa è Culex pipiens.

Aedes: vivono per lo più all’aperto e pungono l’uomo di giorno provocando gonfiori e irritazioni cutanee. Sopportano bene la salinità e possono deporre le uova nelle lagune, nelle pozze di scogliera e lungo le coste. A questo genere appartiene Aedes albopictus, la famosa zanzara tigre, caratterizzata da una livrea che ricorda la striatura di una tigre. La sua diffusione è stata agevolata dal commercio di pneumatici usati, in quanto la femmina depone nell’acqua piovana raccolta nelle loro cavità, essendo per giunta attratta dal colore nero.

LA LOTTA


Analizziamo quindi le principali misure preventive e di lotta contro le zanzare.


Piretro: è un insetticida naturale ricavato da piante e può essere spruzzato nelle abitazioni e negli edifici, oppure sulla vegetazione circostante, anche se in questo caso risulta meno efficace.


Trappole con ghiaccio secco: liberano anidride carbonica che è attrattiva per le zanzare e servono soprattutto per monitorarne il numero, onde decidere successivamente le migliori strategie da adottare per combatterle.


Bacillus thuringiensis israelensis: è un batterio attivo contro le larve di ditteri e viene impiegato trattando le acque stagnanti che potrebbero essere un sito di riproduzione per le zanzare. Innocuo per l’uomo e gli animali può essere usato tranquillamente nei pressi delle abitazioni.


Olio di Neem: ammesso anche in agricoltura biologica, può essere spruzzato  in casa o all’aperto per combattere gli insetti fastidiosi. In alternativa, alcune gocce possono essere poste nei depositi di acqua stagnante (sottovasi, secchi, etc) per impedire lo sviluppo delle larve.


Rame: del rame metallico immerso in sottovasi, recipienti o qualsiasi contenitore con modeste quantità di acqua è efficace nell’uccidere e impedire lo sviluppo delle larve. Possono essere usati dei normali fili di rame per elettricisti.


Gambusia hoolbroki: è un pesce che si nutre di larve e viene usato con successo per disinfestare aree naturali dall’eccessiva presenza di zanzare, specialmente in zone dove possono trasmettere gravi malattie all’uomo.


Tinca: più comune nelle nostre zone, può essere introdotta nei laghetti artificiali dove si nutre delle larve di zanzara, contribuendo a ridurne drasticamente il numero.


Bat box: sono dei rifugi per pipistrelli. Questi animali infatti, sono dei famelici divoratori di zanzare: in un ora di volo possono mangiarne anche 500. Purtroppo, grazie all’ignoranza e a sciocche superstizioni, molte persono temono questi piccoli mammiferi e pensano addirittura che siano pericolosi. Sono invece dei preziosi alleati e dobbiano favorirne la presenza tutelando i luoghi di riposo e riproduzione delle colonie. Le bat box sono acquistabili anche on line e se i pipistrelli decideranno di sceglierle come rifugio, avremo trovato dei fedeli amici per la lotta alle zanzare. Sono acquistabili facilmente on line, disponibili in diversi modelli.


insetticidi-naturali
Bat box

Zanzariere: non possono essere considerate degli insetticidi naturali, ma rappresentano una efficace barriera per poter dormire sonni tranquilli. Anche queste disponibili on line in diversi modelli e diversi prezzi.


Piante: esistono numerose piante che sono repellenti nei confronti delle zanzare. Alcune di queste possono essere coltivate con facilità nei giardini o in un vaso sul balcone. 



Link utili