domenica 1 maggio 2016

Lecanicillium muscarium, un fungo nemico degli insetti



Tra i funghi che possono essere usati come insetticidi naturali in agricoltura bisogna si curamente ricordare il Lecanicillium muscarium (nuovo nome di Verticillium lecanii). Appartiene al phylum Ascomycota ed è di colore bianco giallastro e di consistenza cotonosa.



Ampiamente diffuso i natura è attivo contro aleurodidi, afidi, cocciniglie e tripidi. Questo patogeno penetra nella cuticola dell’insetto e si sviluppa al suo interno. Essendo un insetticida naturale è consentito in agricoltura biologica e il ceppo Ve6 si è dimostrato il più efficace.

Meccanismo d'azione




Lecanicillium muscarium è particolarmente attivo nei confronti delle forme giovanili degli insetti, che muoiono nel giro di 7 – 10 giorni. Le spore del fungo germinano ed emettono delle ife che penetrano, attraverso la cuticola, all’interno del corpo dell’insetto distruggendone i tessuti. A questo opunto il fungo emerge verso l’esterno e produce nuove spore che possono infettare gli insetti vicini, propagando così l'infezione e aumentando l’efficacia.


Aleurodidi

Modalità d'impiego




Lecanicillium muscarium Ve6 è commercializzato in Italia con il nome di Mycotal. E’ infettivo in particolare contro le forme giovanili di aleurodidi (Bemisia tabaci e Trialeurodes vaporariorum) e tripidi (Thrips tabaci, Frankliniella occidentalis e Heliothrips haemorroidalis). La sua efficacia è influenzata dalla temperatura e dall’umidità: richiede un’umidità relativa dell’80% e una temperatura compresa tra 18 e 30 °C. Tali condizioni sono molto comuni in serra, dove esplica al meglio le proprie potenzialità.



L’acqua impiegata per effettuare il trattamento deve avere una temperatura di 15 – 20 °C e bisogna avere cura di irrorare bagnando bene la vegetazione, cercando di raggiungere tutte le parti della pianta. E’ consigliabile effettuare 2 – 4 trattamenti a distanza di 7 giorni. Se l’infestazione si dovesse ripetere si deve ripetere tale ciclo di trattamenti. Per ciclo vegetativo si possono fare fino a 8 trattamenti e fino a 16 per anno solare. E’ importante seguire i seguenti accorgimenti:
  •  Trattare con alto volume di acqua, in modo da creare un’elevata umidità che favorisce lo sviluppo del fungo
  •  Mantenere la soluzione da irrorare in agitazione durante il trattamento, per evitare che depositi sul fondo dell’irroratore
  • Trattare nel tardo pomeriggio o di sera, per evitare l’effetto inibente dei raggi solari
  •  Trattare tutte le piante, bagnando in modo uniforme tutta la vegetazione
  • Impiegare ai primi segni di infestazione, quando il numero di aleurodidi e tripidi è ancora basso
       


Il prodotto va conservato nella sua confezione originale, ben chiusa, in frigorifero ad una temperatura di 2 – 6 °C.
Questo insetticida naturale è sicuro per l’uomo e per gli animali domestici. Essendo molto selettivo, non presenta rischi neanche per gli insetti utili e per gli impollinatori. Dopo il trattamento  possono essere effettuati interventi con altri fungicidi a distanza di tre giorni; allo stesso modo dopo un trattamento fungicida è bene attendere 3 giorni prima di applicare questo insetticida naturale.

Lecanicillium muscarium può essere usato come insetticida naturale su colture orticole (zucchino, cetriolo, cocomero, melone, peperone, pomodoro, melanzana, fragola, fagiolo, cipolla, porro, lattuga) e su colture ornamentali e floricole.