sabato 7 maggio 2016

Il sapone come insetticida naturale



Il sale di potassio degli acidi grassi (detto anche sapone molle) è un derivato della saponificazione degli acidi grassi con sali basici. In agricoltura biologica possono essere usati come insetticidi naturali quelli derivati da sali di potassio.

Meccanismo d'azione



Le sue proprietà insetticide dipendono dalla componente lipidica: in genere acido linoleico e acido oleico. I sali  di potassio degli acidi grassi agiscono per contatto danneggiando la cuticola degli insetti che muoiono per disidratazione. Sono attivi come insetticidi naturali in particolare nei confronti degli insetti a corpo molle come afidi, cicaline, psille, aleurodidi e forme giovanili di cocciniglie. Sono inoltre attivi nei confronti degli acari. Sono indicati per l’impiego in agricoltura biologica e non causano lo sviluppo di resistenze oltre a degradarsi rapidamente nell’ambiente, Possiedono inoltre un’azione dilavante nei confronti della melata sulle piante.

Come usarli



E’ necessario intervenire sulle colonie fondatrici, appena si rileva la presenza dei parassiti sulle piante. L’ideale è colpire le forme giovanili che sono più sensibili all’azione del sapone molle. E’ importante cercare di bagnare bene la vegetazione, cercando di irrorare il prodotto anche sulla pagina inferiore delle foglie.  Essendo dei prodotti con una bassa attività residuale, che vengono degradati rapidamente è necessario ripetere l’interventi dopo 7 giorni se dovessero manifestarsi altre infestazioni da parte del parassita. Non vanno miscelati con composti contenenti ioni metallo, concimi fogliari, con sostanze chelanti, con fosetil alluminio o con clorotalonil. Non devono inoltre essere usati con acque molto dure. Oltre che come insetticidi presentano un’azione nei confronti dell’oidio e possono essere usati anche come bagnanti adesivanti. In Italia sono disponibili alcuni formulati commerciali a base di sapone molle:
  • Flipper
  • Ciopper
  • Nobil
  • M-Pede


I sali  di potassio degli acidi grassi sono particolarmente indicati sulle seguenti colture:
  • Melo e pero: per combattere afidi e psilla del pero (Cacopsylla pyri)
  • Pesco: afidi
  • Vite: cicaline
  • Colture da orto (peperone, pomodoro, melanzana, melone e cetriolo): afidi, acari, aleurodidi
  • Aromatiche (basilico, menta, salvia, maggiorana, timo, rosmarino): afidi, aleurodidi, acari
  • Ornamentali (gerbera, poinsettia): afidi, aleurodidi, cicaline    
-        

Effetti sugli insetti utili



Le specie di insetti con esoscheletro duro (come i coleotteri) non sono danneggiati dai saponi molli. Gli impollinatori come le api e gli insetti utili non sono danneggiati se non colpiti direttamente dal prodotto, quindi utilizzandoli con un po’ di attenzione ed esclusivamente sugli insetti dannosi rappresentano degli ottimi insetticidi naturali. In agricoltura biologica gli eventuali lanci di insetti utili vanno realizzati dopo che la vegetazione trattata con i saponi molli si è asciugata. In questo modo non si corre alcun rischio.


Fitotossicità



I saponi moli sono in genere ben tollerati dalle piante, anche se molti fattori possono influire sui fenomeni di fitotossicità (temperatura, età della pianta, cultivar). Sono stati segnalati casi di fitotossicità sul fiore di alcune cultivar di cetriolo. E’ consigliabile provare i prodotti dapprima su poche piante, per verificare la comparsa di eventuali effetti avversi.